Come ridurre gli sprechi nel Food Retail: arriva RealTime Inventory

E’ possibile ridurre gli sprechi nel Food Retail? Da oggi sì grazie alle italiane MotIQa e Imecon e ai loro sistemi software avanzati per una gestione centralizzata degli oggetti connessi distribuiti nella filiera GDO.

MotIQa e Imecon presentano RealTime Inventory
MotIQa e Imecon presentano RealTime Inventory

Il Food Retail sta giocando una partita estremamente sfidante oggi. Da un lato la ripresa socio-economica con l’esigenza di diversificare l’esperienza utente per tornare ad attrarre le persone in store, dall’altra quella di operare una gestione oculata dei prodotti alimentari (i deperibili in particolare) per diminuire le perdite (lo spreco alimentare pesa per la sola filiera in Italia oltre 3 miliardi) e ottimizzare l’impronta ecologica del settore.

MotIQa, smart digital enabler per i settori Retail, Advertising e Industria 4.0, e Imecon, azienda italiana specializzata nella progettazione, prototipazione e produzione di soluzioni tecnologiche nell’ambito del Digital Signage e delle Smart City – entrambe parte del gruppo Voilàp – hanno sviluppato uno strumento di management per lo smart retail capace di automatizzare il controllo dell’inventario.

RealTime Inventory è uno sviluppo ad-hoc della piattaforma Jot di MotIQa, realizzato per notificare il prelievo e il riposizionamento di qualsiasi tipo di prodotto Food.

Il frigorifero, munito di sensori RFID, è in grado di gestire anomalie, malfunzionamenti e stock in RealTime, permettendo di gestire in maniera efficiente i processi logistici e di sicurezza. Inoltre, raccogliendo i dati del prodotto ogni volta che viene prelevato, RealTime Inventory è in grado di stimare una previsione legata all’andamento, al funzionamento di una promozione e – dato difficilmente ottenibile altrimenti – quante volte i prodotti presi vengono poi riposti senza l’acquisto.

Integrandosi nativamente al sistema creato da MotIQa per ottimizzarne le funzionalità, Imecon ha creato un vero e proprio Smart Fridge: se per la catena del freddo la gestione dello stock è particolarmente critica, sono stati aggiunti una serie di sensori in grado di segnalare eventuali malfunzionamenti prima che questi possano causare danni ai prodotti in stock.

Potrebbe interessarti:   Le donne sempre più protagoniste degli acquisti in cantina

Si tratta di un hardware costruito ad-hoc per ottimizzare le funzionalità del software” spiega Fabio Vairani, Ceo di Imecon. “Permette di raccogliere una grande quantità di dati altrimenti complessi da reperire, semplificando le scelte in ambito di gestione efficiente dei processi logistici e di sicurezza.”

Nicola Guerrini, Ceo di MotIQa precisa: “I dati in questo modo raccolti diventano abilitatori delle scelte prese dai Responsabili, permettendo la definizione di strategie di ottimizzazione e sicurezza più consapevoli in risposta al comportamento dei clienti. Se il comportamento del pubblico cambia costantemente, questo tool per il Retail è Smart proprio perché consente di aggiungere un livello di controllo in più affinché le scelte umane possano avvenire su dati oggettivi verificati“.

Pubblicato in

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*