Qual è la differenza tra aminoacidi essenziali e non essenziali?

Esistono due tipi di amminoacidi: essenziali e non essenziali. Gli aminoacidi essenziali non possono essere prodotti dall’organismo e devono provenire da fonti alimentari mentre gli aminoacidi non essenziali possono essere prodotti dall’organismo. 

Aminoacidi essenziali e non essenziali: qual è la differenza?
Aminoacidi essenziali e non essenziali: qual è la differenza?

Gli amminoacidi sono composti organici che si combinano per formare proteine. Sono gli elementi costitutivi essenziali delle proteine ​​e svolgono un ruolo significativo nel metabolismo come intermedi. Nella nutrizione, gli amminoacidi si dividono in “richiesti” e “non richiesti”, ma cosa implica esattamente?

I mattoni delle proteine, le proteine ​​vengono scomposte nella sua forma più semplice di aminoacidi quando vengono digerite. Ci sono 20 aminoacidi di base che funzionano in vari modi all’interno della fisiologia umana.

Gli amminoacidi sono costituiti da un gruppo amminico e un gruppo carbossilico. Il nome “aminoacido” deriva dal fatto che il gruppo carbossilico è acido. Tra questi gruppi ci sono i carboni alfa, che sono legati sia ai gruppi amminici che carbossilici, nonché a un atomo di carbonio.

Il tuo corpo consuma aminoacidi dal tuo cibo ed è in uno stato di continuo ricambio, il che significa che nuove proteine ​​vengono costantemente create mentre quelle esistenti vengono distrutte.

La taurina, così come vari altri BCAAS, è essenziale per la sintesi di collagene ed elastina. Ha una varietà di funzioni, inclusa l’assistenza alla crescita muscolare regolando i neurotrasmettitori per prevenire la degradazione del tessuto muscolare e fornendo al tuo corpo energia aggiuntiva attraverso la regolazione dei neurotrasmettitori.

Quando il tuo corpo produce più aminoacidi di quanti ne decompone, sei in un “equilibrio amminoacidico positivo”, noto anche come condizione muscolare o anabolica.

Qual è la differenza tra aminoacidi essenziali e non essenziali?

Gli aminoacidi essenziali, noti anche come “aminoacidi indispensabili”, sono quelli che devono provenire dalla dieta di una persona perché nel corpo umano mancano le vie metaboliche necessarie per sintetizzare questi particolari aminoacidi.

Potrebbe interessarti:   Come assumere i grassi sani

Gli aminoacidi che non sono essenziali per il corpo umano (noti anche come “aminoacidi indispensabili”) possono essere sintetizzati dal corpo. In altre parole, il corpo è in grado di produrli senza bisogno di un aiuto dietetico.

Come accennato nell’articolo, ci sono in realtà 21 aminoacidi necessari per produrre tutte le proteine ​​presenti nel corpo umano. Oltre ai 20 aminoacidi presenti in natura, la selenocisteina è un altro acido che può essere incorporato nelle catene proteiche durante la sintesi.

Sebbene la pirrolisina sia il 22° amminoacido, non partecipa alla sintesi proteica umana.

Quali sono gli aminoacidi essenziali e non essenziali?

I 21 aminoacidi che compongono le proteine ​​includono: 

  • Alanina
  • Arginina
  • Asparagina
  • Acido aspartico
  • cisteina 
  • Acido glutammico
  • Glutammina 
  • Glicina
  • Istidina
  • Isoleucina
  • Leucina
  • lisina
  • Metionina
  • Fenilalanina
  • Prolina
  • Serina 
  • Treonina
  • Triptofano 
  • tirosina 
  • Valina
  • Selenocisteina

Di questi aminoacidi, questi nove sono essenziali: 

  • Fenilalanina
  • Valina
  • Triptofano
  • Treonina
  • Isoleucina
  • Metionina
  • Istidina
  • Leucina
  • lisina

Gli altri non sono essenziali: 

  • Alanina
  • Arginina
  • Asparagina
  • Acido aspartico (o aspartato)
  • cisteina 
  • acido glutammico (o glutammato)
  • Glutammina 
  • Glicina
  • Prolina
  • Serina 
  • tirosina 
  • Selenocisteina

Quali sono gli aminoacidi essenziali e perché fanno bene al corpo umano?

Ci sono 20 aminoacidi di cui il corpo umano ha bisogno per una corretta crescita e funzione e, di questi, nove sono considerati essenziali. Ciò significa che l’organismo non può produrli da solo e devono essere acquisiti attraverso la dieta o gli integratori. 

Gli amminoacidi essenziali sono importanti per una serie di motivi, tra cui:

  • Aiutano a costruire e riparare il tessuto muscolare
  • Forniscono energia al corpo
  • Supportano il sistema immunitario
  • Aiutano nella produzione di ormoni ed enzimi 

Gli amminoacidi non essenziali non sono necessari all’organismo per funzionare correttamente, poiché possono essere prodotti dall’organismo stesso. Tuttavia, svolgono ancora un ruolo importante nella salute generale. 

Mentre gli aminoacidi essenziali sono importanti per la crescita e la riparazione muscolare, gli aminoacidi non essenziali svolgono un ruolo nella funzione immunitaria e nella produzione di energia. Gli amminoacidi non essenziali possono anche essere convertiti in glucosio, che viene utilizzato dall’organismo per produrre energia.

Potrebbe interessarti:   Ingredienti nutraceutici: conoscere l'alimentazione funzionale

Allora, qual è la differenza tra aminoacidi essenziali e non essenziali? Gli aminoacidi essenziali sono quelli che l’organismo non può produrre da solo e devono essere acquisiti attraverso la dieta o gli integratori. Gli aminoacidi non essenziali non sono necessari all’organismo per funzionare correttamente, ma svolgono comunque un ruolo importante nella salute generale.

Un adeguato apporto proteico è necessario per ottenere la giusta quantità di ciascun aminoacido essenziale. La dose giornaliera raccomandata (RDA) per le proteine ​​totali è di 46 grammi al giorno per le donne e 56 grammi al giorno per gli uomini. Tuttavia, fintanto che mangi una varietà di cibi, dovresti essere in grado di soddisfare il tuo fabbisogno di aminoacidi senza doverti concentrare sull’ottenere una quantità specifica di ciascuno di essi.

Poiché gli alimenti di origine animale sono composti da tutti gli aminoacidi essenziali, vengono definiti proteine ​​complete. I pasti a base vegetale escluse la soia e la quinoa, che sono proteine ​​vegetali intere, mancano di almeno un aminoacido necessario in abbondanza.

Diversi tipi di proteine ​​incomplete si combinano per produrre proteine ​​complete nel corso della giornata riempiendo gli aminoacidi mancanti l’uno dell’altro. Ad esempio, riso e fagioli mangiati insieme creano una proteina completa.

Se stai cercando di assicurarti di assumere tutti gli aminoacidi essenziali di cui il tuo corpo ha bisogno, concentrati sul consumo di una varietà di cibi ricchi di proteine, comprese le proteine ​​complete come i prodotti di origine animale e la soia. Puoi anche combinare proteine ​​incomplete durante il giorno per creare una proteina completa.

Le proteine ​​prima dell’allenamento possono aiutare a ottenere i miei aminoacidi? 

Sì, le proteine ​​pre-allenamento possono aiutarti a ottenere i tuoi aminoacidi. Gli amminoacidi sono i mattoni delle proteine. Sono essenziali per la crescita e la riparazione muscolare. Gli integratori proteici pre-allenamento forniscono al corpo una fonte di aminoacidi per supportare questi processi.

Gli integratori proteici pre-allenamento sono disponibili in una varietà di forme, tra cui polveri, barrette e gel. Possono essere assunti prima o durante un allenamento. Se stai cercando di ottenere il massimo dal tuo allenamento, assumere un integratore proteico pre-allenamento può aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi. Assicurati di scegliere un prodotto adatto a te e al tuo livello di forma fisica.

Potrebbe interessarti:   5 cose da sapere sul tonno (prima di mangiarlo)

Come posso ottenere gli aminoacidi negli alimenti? 

Gli amminoacidi si trovano in tutte le proteine, sia vegetali che animali. Alcuni alimenti che contengono aminoacidi sono; manzo, pollo, pesce, legumi (fagioli e piselli), prodotti a base di soia, noci e semi. I latticini e le uova contengono anche tutti gli aminoacidi essenziali. 

Se mangi una varietà di cibi contenenti proteine, probabilmente stai assumendo tutti gli aminoacidi di cui il tuo corpo ha bisogno. Gli integratori non sono necessari a meno che tu non abbia una condizione medica specifica che ti impedisce di assumere abbastanza di un particolare aminoacido dal cibo. 

Cosa sono gli amminoacidi condizionali? 

Ci sono alcuni aminoacidi che il tuo corpo può produrre da solo, ma ce ne sono altri (chiamati “aminoacidi essenziali”) che devono provenire dai cibi che mangi. I nove amminoacidi essenziali sono: istidina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina, treonina, triptofano e valina. 

In che modo le proteine ​​in polvere aiutano a ottenere gli aminoacidi? 

Le proteine ​​in polvere sono un modo conveniente per inserire più aminoacidi nella tua dieta. È facile da mescolare in frullati o frullati e può aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi proteici giornalieri. Le proteine ​​in polvere sono un’ottima fonte di aminoacidi essenziali, importanti per la crescita e la riparazione muscolare.

Gli amminoacidi non essenziali si trovano anche nelle proteine ​​in polvere, ma non sono così importanti per la crescita muscolare. Le proteine ​​in polvere possono aiutarti a ottenere il giusto equilibrio di aminoacidi essenziali e non essenziali. Se stai cercando di costruire muscoli, assicurati di scegliere una polvere proteica ad alto contenuto di aminoacidi essenziali. Se stai solo cercando un apporto proteico, qualsiasi proteina in polvere andrà bene.

Ora che conosci la differenza tra aminoacidi essenziali e non essenziali, puoi prendere una decisione informata su quale proteina in polvere è giusta per te. Assicurati di controllare l’etichetta per vedere la quantità di ciascun amminoacido in ogni porzione. Fonte: Discover Magazine

Pubblicato in
Informazioni su Anna Bruno 14 Articoli
Anna Bruno è giornalista professionista, muove i suoi primi passi come cronista a “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Successivamente collabora con gli specializzati in viaggi (travel e food), tra i quali “Viaggi e Sapori” e “Gente Viaggi” e i maggiori magazine di tecnologie. Nel 1998 fonda l’agenzia di comunicazione e Digital PR “FullPress Agency” che edita, dal 2001, FullTravel.it, magazine di viaggi online e VerdeGusto, magazine di food & wine, dei quali è direttore responsabile. Appassionata di fuori rotta, spesso si perde in nuovi sentieri, tutti da esplorare. È autrice di “Chat” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Viaggiare con Internet” (Jackson Libri, Milano, 2001), “Comunità Virtuali” (Jackson Libri, Milano, 2002), “Digital Travel” (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020),  “Digital Food”  (Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2020) e dell’e-book “Come scrivere comunicati efficaci”. È delegata dei giornalisti di viaggio delle Marche-Umbria-SUD del GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica). Digital Travel & Food Specialist, relatrice in eventi del settore turistico e food e docente in corsi di formazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*