Fritole Veneziane o fritoe

Le fritole, dette anche fritoe, sono considerate il dolce del Carnevale di Venezia. Le origini di questefrittelle veneziane risalgono al rinascimento quando per la loro popolarità divennero addirittura “dolce nazionale dello Stato Veneto”.

Fritole veneziane
Fritole veneziane
Portate Portata: | Ingredienti Ingredienti: | Cotture Cotture: | Cucina Cucina: , | Difficolta Difficoltà: | Menu Menu: |
Ricette

Le fritole venivano preparate esclusivamente dai fritoleri per strada che si costituirono addirittura in una associazione. A Venezia in occasione del Carnevale tale tradizione è ancora perseguita e le fritole oltre che nelle strade si possono trovare ovunque, dalle case dei veneziani alle pasticcerie, panifici, bar.

La versione più antica utilizza il lievito di birra invece del lievito per dolci, ma io trovo questa versione più semplice e veloce, altrettanto gustosa e di più lunga conservazione…se mai ne dovessero restare.

Fritole veneziane

Fritole Veneziane o fritoe

Tiziana Bruno
Le fritole, dette anche fritoe, sono considerate il dolce del Carnevale di Venezia. Le origini di questefrittelle veneziane risalgono al rinascimento quando per la loro popolarità divennero addirittura “dolce nazionale dello Stato Veneto”.
Portata Dolce
Cucina cucina veneta

Ingredienti
  

  • 500 gr farina 00
  • 4 nr uova
  • 120 gr zucchero semolato
  • 1 pizzico sale
  • 50 cl olio di arachidi
  • 50 cl latte
  • 50 cl rum
  • 50 cl grappa
  • 1 spremuta arancia
  • 1 buccia arancia
  • 1 buccia limone
  • 1 bustina vanillina
  • 1 nr mela
  • 150 gr uvetta sultanina ammollata nel rum
  • pinoli
  • 1 bustina lievito per dolci

Istruzioni
 

  • Prepariamo tutti gli ingredienti.
  • Preventivamente bagniamo di rhum l'uva sultanina, copriamo con acqua tiepida e la facciamo rinvenire per almeno un'ora. Consiglio di tenerla in ammollo il più a lungo possibile, anche una notte se vogliamo che sia morbidissima.
  • Montiamo le uova con lo zucchero e un pizzico di sale, aggiungiamo pian piano il latte, l'olio, la grappa, il rhum, il succo di un' arancia e buccia d'arancia e di limone, vanillina, la farina...; la mela grattugiata...; l'uvetta...; i pinoli e in ultimo il lievito.
  • Riscaldiamo in una padella capiente l'olio di arachide a 180 gradi e tuffiamo una cucchiaiata di impasto alla volta aiutandoci con 2 cucchiaini per formando delle palline che rigiriamo fino a doratura.
  • Successivamente le ritiriamo poggiandole su carta assorbente o come su di una gratella, di quelle che si usano per raffreddare le torte oppure utilizziamo la griglia del forno, abbiamo più superficie su cui poggiarle evitando di schiacciarle ancora troppo calde.
  • Disponiamo poi le fritole in un vassoio avendo cura di spolverare ogni strato con lo zucchero a velo.
    Fritole veneziane

Note

Vino consigliato: prosecco frizzante Friggere in una pentola col bordo piuttosto alto Aggiungere strutto all'olio di arachidi per una frittura ancora migliore
Keyword Dolci di carnevale
Potrebbe interessarti:   Bignè di Carnevale al limoncello

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

Punteggio Ricetta





*