Sul tetto della Rinascente di Piazza Fiume a Roma apre l’Enoteca La Torre

Un nuovo format gastronomico in grado di variare nel corso della giornata. Dalla prima colazione ai cocktail serali, un percorso all’insegna del gusto e della cura dei particolari. Bar, bistrot, ristorante e mixology tutto proiettato alla ricerca della qualità e di uno stile unico e riconoscibile.

Crudo di mare all'Enoteca La Torre, Roma
Crudo di mare all'Enoteca La Torre, Roma

Era il 1961 e la Rinascente di Piazza Fiume in Roma apriva i battenti in questo suggestivo angolo capitolino, incastonato tra i quartieri Pinciano e Salario, nel quadrante di Porta Pia. Circa 60 anni più tardi, dopo un lavoro di ristrutturazione che ha restituito l’edificio all’antica bellezza, uno dei luoghi più conosciuti di Roma è pronto ad accogliere la sua clientela con un look nuovo ma che nulla tradisce del progetto iniziale, opera degli architetti e designer Franco Albini e Franca Helg.

I lavori proseguiranno nei prossimi mesi ma già da ora i clienti di uno dei marchi commerciali più conosciuti in Italia (un nome iconico, frutto di una felice intuizione di Gabriele D’Annunzio) potranno visitare la “nuova” Rinascente di Piazza Fiume e aggirarsi negli ampi spazi di questo bellissimo edificio, armoniosa sintesi tra architettura e rispetto del contesto urbano e storico. E potranno fermarsi all’ultimo piano della struttura per godere di uno spazio interamente dedicato all’eccellenza gastronomica che non a caso Rinascente ha voluto affidare a uno dei brand più conosciuti e apprezzati nell’ambito del comparto food&beverage.

Sarà infatti Enoteca La Torre Group a curare la parte ristorativa con un progetto in grado di cambiare “abito” nel corso delle ore. Al team, che conta tra le sue “creature” Enoteca La Torre Villa Laetitia, Enoteca La Torre Prati, Enoteca La Torre La Dogana, il compito di coprire l’intera giornata e le necessità di una clientela quanto mai variegata.

Dalle 09.30 alle 19.00 spazio alla carta bistrot con prima colazione dolce e salata, proseguendo con la possibilità di spuntini veloci ma curati nei minimi dettagli e con una mixology list dove troveranno spazio proposte nazionali e internazionali, in aggiunta a una serie di signature ideati dai bartender del gruppo.

Potrebbe interessarti:   La Pasqua al cioccolato di Peck, a Milano
Crudo di mare all'Enoteca La Torre, Roma
Crudo di mare all’Enoteca La Torre, Roma

Cuore pulsante di questa enclave del gusto sarà ovviamente il ristorante, sia per il lunch che per la cena. Il menu vedrà all’opera lo chef Antonio Autiero, da tempo al fianco dello chef stellato Domenico Stile, da anni al timone di Enoteca La Torre Villa Laetitia. Con una proposta studiata per accontentare una clientela trasversale, con il plus costituito da piatti fuori menu che seguiranno l’andamento delle stagioni e con la sorpresa dei cart, piacevole “coccola” che delizierà i palati e la fantasia degli ospiti. Si tratta di veri e propri “carrelli gastronomici” che gireranno tra i tavoli, uno dedicato alle tartare, di salmone e di manzo, con salse, spezie e abbinamenti speciali. L’altro, il “Circus”, vagamente felliniano nel look e con la possibilità per i clienti di scegliere tra una selezione di dolci assolutamente imperdibili.

Ruolo importante, come in tutti i locali e gli eventi firmati Enoteca La Torre, sarà quello rivestito dalla carta dei vini, curata come sempre dal maitre sommelier Rudy Travagli che nel giro di poco più di un anno è riuscito ad arricchire la bacheca del gruppo con riconoscimenti prestigiosi come Miglior Servizio per la Guida del Gambero Rosso 2021 e Migliore Cantina per la Guida dell’Espresso 2022, entrambi andati a Villa Laetitia.

A completare il quadro, una deliziosa terrazza che si affaccia su uno dei più suggestivi scorci di questo bellissimo angolo di Roma. Il luogo ideale, soprattutto nella bella stagione, per sorseggiare un cocktail o un calice di bollicine, accompagnati dagli sfiziosi finger proposti dalla cucina.

Pubblicato in ,

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*